Posizionamento del proprio sito nei motori di ricerca

Posizionamento del proprio sito nei motori di ricerca

Il posizionamento del proprio sito che sia esso di un privato che esercita un’attività artigianale o di un azienda è materia di interesse costante e con costanza va analizzata e perseguita. Diciamo questo ancor prima di affrontare la tematica dall’interno perché come sappiamo oggi non bastano tre o quattro parole chiavi o un po di link building, il posizionamento è diventato materia da esperti SEO. Per i motori di ricerca rilevare non è semplicemente presentare una pagina ma catturare e comprendere l’utilizzo magari di una specifica parola (keyword) e comprendere come questa viene utilizzata e spinta dall e nell’articolo stesso. Le multe più salate derivano proprio da questo meccanismo che è stato evidenziato in Google e quindi la parsimonia è un elemento cardine.

La qualità di un articolo oggi è molto più importante del passato perché sappiamo che fare SEO oggi è anche più complesso e evidenziare un articolo ben scritto, presentato e che abbia le caratteristiche valide per posizionarsi discretamente e bene è importante oggi a differenza del passato. Migliaia di fattori influenzano attualmente la rilevanza dei risultati, ad esempio è imprescindibile tenere traccia ogni mese del traffico generato sul proprio articolo o sul sito, comprenderlo e analizzarlo, per farlo esistono dovuti strumenti. In tal senso seguire un sito o una singola pagina è importante per capire il mercato, le visualizzazioni, le criticità ed i punti di forza del lavoro precedentemente svolto.

Da calcolare sono le seguenti informazioni:
Relative al traffico diretto occorre un analisi per comprendere la provenienza della ricerca effettuata dall’utente che arriva al sito o alla pagina.

Traffico portato dai Siti referenti il meccanismo dei siti referenti attiene a quei siti che inglobano banner o articoli (anche link) dedicati alle nostre pagine quindi l’analisi si concentrerà sui siti che ci promuovono per capire quanta pubblicità derivi da essi e ovviamente anche quanto traffico.

Traffico che si esprime dai Motori di ricerca. Anche in questo caso bisogna comprendere quali siano i motori di ricerca più sfruttati e quelli che hanno portato alla pagina pubblicata.

Questi tre elementi consentiranno a SEO esperti o anche solo a neofiti del campo di poter sviluppare strategie atte a consolidare, favorire o modificare precedenti pagine, link, richieste di affiliazione e tutti quegli strumenti che aiutano un SEO a posizionarsi stabilmente e in maniera valida – seguendo regole precise senza ricorrere a stratagemmi illegali – i propri siti e/o le proprie pagine.

Per consulenza o per altre tematiche relative ai motori di ricerca vi inviato a leggere qui http://www.etucisei.it/servizi-di-visibilita-e-posizionamento/ e ad approfondire uno degli elementi cardine del successo online, il posizionamento nei motori di ricerca. Se si occupa unicamente della costruzione di un sito senza soffermarsi sull’ aspetto SEO non si avranno risultati tangibile e quindi non si avrà il successo che tanto ambiamo.