Galaxy S6 Edge sotto esame – Test e recensione

Uno degli smartphone più esclusivi del momento promette tanto a livello visivo e di potenzialita; lo abbiamo testato per voi cercando di svelarne pregi e difetti. Un dispositivo tecnologieco al top richiede anche un case pregiato? Finora samsung, per le proprie ammiraglie Galaxy, ha risposto a questo interrogativo con un secco no, “rivustendo” le proprio novità con scocche di qualità mediocre, Oggi, Samsung, ha cambiato decisamente registro, puntando su un look elegante e pregiato e sopratutto, con l’S6 Edge.

Dal MWC ai test di prova
Con questo “pezzo da 90″ Samsung, ha conquistato il Mobile World Congress tenurosi a Barcellona. Abbiamo dunque deciso di sottoporre lo smartphone ad un accurato test, verificandone usabilità, fotocamera, display, software e velocità di lavoro. Nelle pagine seguenti sono riportati i risultati dei sample di produzione», presentati a Barcellona [il prezzo indicato si riferisce pero al modello attualmente commercializzato). La gioia di potere godere di molte innovazioni, costringe i fan di Galaxy a ingoiare qualche rospo, infatti, non sarà più possibile sostituire la batteria e ampliare la memoria. La tabella nella pagina seguente riporta le carattistiche dei due modelli Sumsung. Non è ancora sicuro se Samsung – analogamente a Apple può permettersi di mantenere i prezzi su un livello elevato, poiche’ il costo dei suoi modelli precadenti subì un Calo fino al 28%.

Design ricercato e ben riuscito
La caratteristica dell’s6 edge che salta subito all’occhio è il bordo arrotondato su entrambi i lati del case in metallo. È comodo da tenero in mano come l’iPhone 6 ed è leggerissimo. Chi non tratterà il proprio Galaxy con guanti di velluto lascerà subito impronte sulle superfici. Una trovata intelligente è rappresentata dal rialzamento del bordo, che impedisce al display di graffiarsi quando si poggia il dispositivo. ll retro presenta un aspetto attraente, infatti, la superficie vetrata dell’s6 e del S6 Edge è luccicante, grazie allo smalto metallico, in bianco, nero, oro e ad una colorazione speciale: verde per l’S6 Edge e blu per l’S6. La nuova scocca deve la Sua robustezza ad un pezzo unito in alluminio pressofuso, riconoscibile anche dall`esterno. Il design dell’Edge è ben riuscito: il nuovo Galaxy sfoggia un aspetto elegante e si tiene bene in mano. La parte posteriore di vetro è più fragile rispetto alla semplice plastica e inoltre i modelli S6 non sono
più impermeabili.

Fotocamera luminosa
Un biettivo frontale vanta ora una risoltizione di 5 Megapixel, un diaframma più luminoso (f = l,9) anziche 2,4 come l’S5) e addirittura la funzione HDR. la fotocamera principale da 16 megapixel offre due importanti innovazioni: un obiettivo più luminoso Lf = 1,9 anziché 2,2) e finalmente uno stabilizzatore ottico per tempi di posa più lunghi. La funzione per scattare immagini al rallentatore ricalca quella di apple pari a 240 fps, ma rispetto ad apple il Galaxy S6 offre addirittura una risoluzione full hd.

Immagini al top
Abbiamo eseguito diversi test ad esempio foto con luce scarsa (senza flash) ottenendo risultati sorprendenti migliori rispetto a quelli della concorrenza. Anche le foto scattate con luce diurna sono straordinariamente nitide e ricche di dettagli. Le immagini di prova han fatto evidentemente un salto di qualità. L’S6 (Edge),
con luce scarsa, batte tutti i modelli della concorrenza.

Display luminoso e nitido
Il display Super-AMOLED di entraMBE le varianti dell’S6 mette in risalto un contrasto cromatico nitidissimo e, pur con le stesse dimensioni del Galaxy S5 (diagonale di 5,1 pollici), si rivela più definito. La sua risoluzione di 2560 X 1440 pixel gli consente una densità di 577 ppi. Con questo valore, Samsung stabilisce un nuovo record, ma il display come si comporta nell’uso pratico? Osservandolo accuratamente da vicino, le immagini presentano una ricchezza di dettagli più marcata. Mantenendo lo smartphone alla distanza normale per la lettura, questa densità di pixel più elevata non si nota, infatti solo schermi notevolmente più ampi rendono visibile un aumento della risoluzione così accentuato.

Leggibile anche al sole
Como tutti i Super-AMOLED, anche il display dell’s6 offre dei colori e contrasto molto vivi. Inoltre, il nuovo sensore per per la luminosità, provvede a misurare la temperatura cromatica della luce dell’ambiente. Tuttavia, relativamente alla luminosità, il fratello maggiore Note 4 si rivela leggermente migliore.

Sotto il cofano
Nei primi benchmark, il Samsung Galaxy S6 Edge, grazie alla potenza del suo processore ha relegato la concorrenza rivelandosi piu veloce dal 50 all’80% del Galaxy S5 e dal 70 al 120% rispetto alI’iPI1one 6. Anche la RAM è tutta nuova: infatti la generosa memoria di lavoro da 3 Gigabyte e dotata di veloci moduli LPDDR4. La memoria interna per App e dati, non espandibile, utilizza per la prima volta il nuovissimo standard UFS-2.0, che lavora come un SSD. Le attuali, più veloci micro-SD offrono una velocità di trasferimento dati di circa 90 megabyte al secondo, rispetto alle schede standard che raggiungono una velocità di 10 megabyte.

Ricarica più veloce e frequente
Quanto influiscono sull’autonomia della batteria queste prestazioni la record e l’elevata risoluzione dello scherino? Samsung da un lato equipaggia i dispositivi della nuova classe S con una batteria meno potente rispetto a quella dell’s5, e, dall’altro lato, Con un nuovo processore Exynos particolarmente parsimonioso nei consumi. C’è da sottolineare che ricaricarli sarà velocissimo. S6/S6 Edge integrano già la funzione di ricarica “wireless”.

Pagare con l’impronta digitale
Per lo scanner delle impronte digitali basterà solo apporre il dito, anziché strisciarlo. Come per il modello precedente, l’utente potrà eseguire pagamenti via PayPal o NCF tramite l’impronta digitale.