Partita Iva: iscrizione all’Inail per attività artigiana o commerciale

La Partita Iva consiste, in buona sostanza, in una serie di cifre atte ad identificare in maniera univoca un contribuente. Si compone di undici numeri, di cui i primi sette si riferiscono al contribuente, i successivi tre identificano il codice dell’Ufficio delle Entrate e l’ultima cifra ha carattere di controllo.
L’apertura della Partita Iva è necessaria per iniziare a svolgere, sotto forma di ditta individuale o società, un’attività professionale, un’attività d’impresa commerciale, artigiana o industriale.

Nel caso di inizio di attività artigiana o commerciale, si rende necessaria l’iscrizione all’Inail, che deve essere eseguita prima di iniziare l’attività o, al limite, il giorno stesso d’inizio dell’attività. Per questo tipo di adempimento non ci sono i 30 giorni utili come, per esempio, per l’iscrizione all’Ufficio Iva. Per ulteriori informazioni su aspetti normativi e procedurali, consigliamo di contattare direttamente il contact center di Inail, gratuito da rete fissa, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 20:00 ed il sabato dalle ore 8:00 alle ore 14:00. Qualora incontriate difficoltà a reperire il numero, potete cercarlo tramite tramite questo link.
Con la riforma fiscale e la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, aprire una Partita Iva è ora un’operazione che può essere fatta anche senza dover necessariamente ricorrere all’aiuto di un commercialista.

Occorre conoscere il codice d’attività con il quale si vuole aprire e, avendo a disposizione una casella di posta elettronica certificata (PEC) e la firma digitale personale, con approssimativamente €150 in diritti, bolli e diritto camerale annuo dalla Camera di Commercio competente è possibile ricevere conferma della corretta procedura ed iniziare ad operare, con l’attribuzione del numero di Partita Iva, del il numero di assicurazione Inail e del codice azienda Inps.
Il numero di Partita Iva rimane lo stesso fino alla cessazione dell’attività e deve essere indicato sui documenti fiscali da emettere, quali fatture, ricevute fiscali e scontrini fiscali.