Creare automaticamente dei contenuti originali ingannando i motori di ricerca

Ragazzi e da un pò che non scrivo con costanza, preferisco parlare solo delle cose più interessanti, quindi è inutile che riciclo sempre le solite cose, a livello seo sono una persona che si fa un gran culo a scrivere manualmente gli articoli originali, però non è male l’idea di avere dei contenuti che vengono creati automaticamente, quindi senza fare nessuna fatica. Riempire il proprio sito di contenuti originali sicuramente fa aumentare le visite (dato che i motori di ricerca tra cui Google penalizzano i siti con contenuti duplicati), sopratutto se si tratta di contenuti di qualità che assicurano un buon tempo di permanenza dell’utente. Purtroppo ve lo dico chiaramente, mi sono rotto il cazzo di scrivere, sono diventato schiavo dei miei siti e sinceramente vorrei smettere di esserlo, ma non preoccupatevi, tecnologiapura.net rimane quello che è sempre stato.

Quanti modi esistono per riempire il proprio sito di contenuti originali?

1 – Scrivere manualmente i contenuti come faccio io

2 – Utilizzare un plugin che copia i contenuti da altre lingue e li traduce in italiano

3 – Utilizzare dei software di “content spinning”, ovvero che utilizzano i sinonimi per rendere un contenuto originale

Quali sono i pro e i contro dei 3 metodi di generazione di articoli originali?

1 – Il primo metodo purtroppo è il più faticoso, quindi se ho creato questo articolo è perche vorrei suggerire delle alternative.

2 – Per il secondo metodo esistono dei plugin che vengono utilizzati per creare i siti aggregatori di notizie, ad esempio io utilizzo wp-robot 3 che ha una funzione che permette di tradurre automaticamente gli articoli da altre lingue, può anche tradurre gli articoli da una lingua all’altra per poi ritradurre il tutto in italiano in modo che il testo venga completamente stravolto, purtroppo l’utente che atterra su un sito con contenuti tradotti, scappa subito via, perchè capisce subito che non si tratta di contenuti di qualità, quindi la frequenza di rimbalzo di tale sito potrebbe superare il 95% mentre il tempo di permanenza potrebbe essere avvicinarsi allo “0”, indice di pessima qualità  che influirebbe in una penalizzazione automatica da parte dei motori di ricerca, considerando che Google non è solo una macchina composta da algoritmi, ma vi è anche l’intervento umano che penalizza o addirittura banna i siti di pessima qualità.

3 – Direi che il miglior metodo e quello di usare dei software  di “content spinning”, quindi potete copiare gli articoli dei vostri concorrenti hihi e modificarli utilizzano dei sinonimi automaticamente, senza fare fatica. Purtroppo la maggiorparte di questi software contiene i sinonimi per la lingua inglese, tra questi vorrei segnalare Mass article Rewriter e Magic Rewriter che creano le varianti dell’articolo (con un’unicità di almeno un buon 50%). So che molti di voi sono scettici all’utilizzo di questi software, reputando comunque i contenuti ottenuti di bassa qualità, io invece credo che si possono ottenere dei buoni risultati, c’è da dire che gli inglesi sono agevolati dal fatto che la loro lingua non è complessa come la nostra.

una buona strategia può essere quella di scrivere un articolo di ottima qualità da cui si possono ottenere anche 100 versioni diverse di testo, velocemente e senza tanta fatica, trasformando il testo originale in un testo “spinnato”, associando ad ogni parola (potete utilizzare anche delle frasi intere) una o più alternative di sinonimi sfruttando la sintassi (spintax) che viene riconosciuta dai software di spinning, ecco un esempio: {cibo|mangiare|vitto}. Le sequenze possono essere perfezionate aggiungendo automaticamente degli aggettivi e dei sinonimi con i sostantivi associati, come ad esempio: {ottima {cucina|gastronomia}|ottimo {cibo|vitto|mangiare}}. I software di article rewriting permettono di generare automaticamente la versione spinnata dove è anche possibile sceglier i sinonimi più opportuni. Basta veramente un click per ottenere in poco tempo più di 100 varianti di un singolo articolo che possibilmente deve avere una certa lunghezza. Una volta ottenute le varie varianti di testo, potete utilizzare uno dei tanti software submitter (per inviare in modo automatico gli articoli ai siti che offrono i servizi di social bookmarking, article marketing, blog, comunicati stampa, ecc.) per diffondere in rete gli articoli creati, ottenendo un sacco di link in entrata da contenuti di qualità e originali, oltre al fatto che potete creare altri contenuti per riempire i vostri siti web, che dite, non è un ottima strategia per fare seo?.

Uno dei migliori software che consentono di fare tutte queste cose si chiama Magic Submitter. Ad esempio permette di creare delle “piramidi di link” organizzando gli invii degli articoli che linkano ad altri articoli su altri siti a cui inviate articoli che linkano ad altri articoli su altri siti, ecc. ecc. fino a linkare il vostro sito (o i post che volete promuovere). Article Submitter inoltre permette di creare automaticamente i profili utente per i vari siti generando dei nomi utente dinamici, password, dati anagrafici, occupandosi anche della registrazione dei relativi account di posta elettronica (superando i codici captcha) in modo che gli articoli sembrino essere inviati da utenti diversi.

Come alternativa potete utilizzare anche il software SpinnerChief che utilizza un dizionario composto da sinonimi in lingua italiana. Esiste la versione gratuita di questo software che fa il suo buon lavoro, mentre la versione a pagamento sfrutta le funzionalità di spinning automatico grazie ad un sistema di “community clouding” che garantisce dei risultati di qualità tenendo un archivio con lo storico di tutti i sinonimi scelti dagli utenti in tutti i diversi contesti semantici sfruttandolo per la selezionr dei sinonimi più adatti, credo che queste funzionalità superano l’intelligenza artificiale.