Google Disavow Links, finalmente lo strumento per rifiutare i link innaturali, spam o indesiderati

Cazzo che bello ragazzi, dopo mesi di bestemmie Google finalmente ha introdotto lo strumento che permette di rifiutare i link ricevuti da fonti poco affidabili. Molti di voi sono stati colpiti dall’algoritmo Google penguin o dalla Negative Seo, rimuovendo i link innaturali è possibile uscire dalle penalizzazioni di questi 2 algoritmi. I link vengono utilizzati da Google come dei segnali per ordinare i risultati della ricerca. In base ai link che un sito riceve, Google attribuisce una certa fiducia (trust) o meno. Ovviamente ogni link che punta verso il nostro sito ha un valore, quindi se un sito di fiducia linka il nostro, Google tenderà a fidarsi maggiormente del nostro sito, e come dire, “una persona seria è affidabile che parla bene di un’altra persona”, immaginate invece un delinquente che dice: Francesco è un mio amico stretto uscito da poco dal carcere, davvero un bravo ragazzo, ihihi, voi vi fidate? io no. Da questo potete immaginare che i backlink possono essere controproducenti, va bene se qualche fonte di bassa qualità parla di voi. Cosa succede se invece tutti i siti che linkano il vostro sito sono solo risorse a basso trust? Google riesce ad individuare i collegamenti innaturali e si insospettisce se:

– Il vostro sito è linkato solo da Forum e Blog (come saprete esistono software che inseriscono automaticamente annunci e commenti in milioni di forum e blog con in firma il link del sito su cui vogliono ricevere dei privilegi nei motori di ricerca).

– Il Vostro sito ha un numero elevato di backlink provenienti da contenuti di bassa qualità come quelli provenienti da directory, siti di article marketing e di comunicati stampa, questi ultimi 2 generalmente hanno una gran quantità di articoli duplicati.

– Il vostro sito presenta troppi scambi link e schemi di link che cercano di ingannare i motori di ricerca.

– Il vostro sito riceve molti link non attinenti.

– Il vostro sito viene collegato spesso con determinate keyword (anchor text).

Vi ricordo che Google dopo determinati fattori interviene anche con l’occhio umano, avete capito? Per questo dico sempre di creare dei contenuti ottimizzati per gli utenti e non solo per i motori di ricerca, Google è a metà strada tra una macchina e un essere umano. Rimuovendo i collegamenti innaturali aiutate a Google (e altri motori di ricerca) a capire che il vostro è un sito affidabile e che non avete intenzione di fare spam, in realtà stronzoni, molti di voi hanno fatto spam a manetta per far crescere il sito nei motori di ricerca, quindi come delle pecore chiedete scusa a Dio Google. Sicuramente starete pensanto, Fra che palle, prima di andare al sodo allunghi il brodo con tante cazzate. Essì, arriviamo al sodo:

Come rifiutare i link spam che puntano verso il proprio sito?

E’ davvero semplice, ecco le istruzioni:

1 – Dovete accedere in strumenti per webmaster di Google

2 – Dopo aver scelto il sito da ripulire cliccate su Traffico > Link che rimandano al tuo sito e poi su “altro” sotto la voce “Chi utilizza più link“.

Nota: potete vedere dall’immagine sottostante che uno dei miei siti ha ricevuto 591.779 link, sono davvero tanti, purtroppo sono stato colpito da penguin perdendo circa il 50% del traffico. Quindi voglio proprio vedere se recupererò il traffico grazie al nuovo tools Disavow Links, avrete mie notizie in seguito.

3 – Dopodichè apparirà una schermata con la lista di domini che puntano verso il vostro sito dove è presente in alto a sinistra la voce “scarica questa tabella“. Una volta scaricato il file dovete rimuovere i link “buoni” lasciando solo quelli che reputate controproducenti per la qualità del vostro sito. Dovete disporre un link per riga, al termine salvate il file.

4 – Arriva ora il bello, dovete inviare a Google il file con i link spazzatura, per farlo basterà seguire il link ufficiale del nuovo strumento disavow links per poi scegliere il sito da ripulire, cliccando al suo fianco la voce “rifiuta link“.

5 – A questo punto apparirà il tasto “rinnega” che permetterà di caricare e inviare il file contenente i backlink spazzatura, e questo è tutto!. Davvero semplice.

C’è da notare la scritta che dice di utilizzare con cautela questa funzione, in ogni caso il file inviato a Google può essere riscaricato, modificato e reinviato.

 All’interno del file da inviare a Google è possibile inserire dei commenti preceduti da un cancelletto “#” per far sì che vangano ignorati. Ecco qualche esempio:

# Chiedo la rimozione del link, ma non ho ottenuto risposta
dominio: spamdomain1.com
#  Il proprietario di spamdomain2.com ha rimosso la maggior parte dei link, ma ha sbagliato questi:

http://www.spamdomain2.com/contentA.html
http://www.spamdomain2.com/contentB.html
http://www.spamdomain2.com/contentC.html

Google ribadisce: abbiamo costruito questo strumento per i webmaster esperti. Si consiglia di non utilizzare questo strumento se non si è certi che sia necessario rifiutare alcuni link.

Domande frequenti

Domanda: è necessario utilizzare questo strumento per la maggior parte dei siti?
Risposta: No. Se non siete sicuri di ciò che lo strumento fa o se è necessario usarlo, probabilmente non dovete utilizzarlo.

Domanda: Se rifiuto dei link, che cosa accade? Google li ignora?
Risposta: Questo strumento consente di indicare a Google quali link debbano essere rifiutati, proprio come accade con il rel = “canonical” , ovviamente Google si riserva il diritto di valutare se un link debba essere considerato o no.

Domanda: Quanto tempo ci vuole affinchè Google prenda in considerazione il file inviato?
Risposta: Bisognerà attendere alla nuova scansione e reindicizzazione degli URL rinnegati, questo può richiedere diverse settimane.

Domanda: Questo strumento può essere utilizzato se sono preoccupato per la “negativo SEO”?
Risposta: Lo scopo principale di questo strumento è quello di aiutare a ripulire il tuo sito se hai assunto un cattivo SEO o hai commesso in passato degli errori relativi al link-building. In generale, Google lavora duramente per impedire che altri webmaster siano in grado di danneggiare il vostro ranking. Grazie a questo strumento finalmente potete evitare di preoccuparvi per la negative SEO.

Domanda: Non ho caricato molti dei link che sto vedendo. Devo ancora lavorare per ripulire questi link?
Risposta: In genere non è necessario. Google in circostanze normali da il giusto peso ai link, quindi non è necessario fornire ulteriori informazioni circa i link.

Domanda: Ho caricato alcuni buoni link per errore. Come posso annullare il caricamento dei di questi link?
Risposta: Per modificare i link da ignorare basta scaricare il file inviato a Google e modificarlo per includere solo i collegamenti che si desidera ignorare, per poi ri-caricare nuovamente il file.

Domanda: Devo creare un file di link come misura preventiva, anche se non ho ottenuto una notifica da Google che segnalava la presenza di link non naturali verso il mio sito?
Risposta: Se il tuo sito è stato influenzato dall’algoritmo Penguin e si ritiene che potrebbe essere dovuto al fatto che hai costruito link spam o di bassa qualità verso il tuo sito, si consiglia di esaminare i backlink eliminando quelli che sono il risultato di schemi di link che violano le linee guida di Google .

Domanda: Se aggiungo un file, non ho bisogno di presentare una richiesta di riconsiderazione?
Risposta: Sì, se hai ricevuto l’avviso di Google per la presenza di link innaturali verso il tuo sito. Lo scopo dello strumento è quello di ignorare i Link indicando a Google quali si desidera ignorare.

Domanda: Ho bisogno di ignorare i link da example.com e example.co.uk se sono la stessa azienda?
Risposta: Sì. Se si vuole ignorare i link per più domini, è necessario aggiungere una voce per ogni dominio.

Domanda: Che dire dei siti con o senza il www? (www.example.com vs example.com)
Risposta: Tecnicamente si tratta di URL diversi. La funzione Disavow Links cerca di essere granulare. Se il contenuto che si vuole rifiutare si presenta in più URL di un sito, si dovrebbe rifiutare ogni URL. È sempre possibile ignorare un intero dominio, naturalmente.

Domanda: Posso rifiutare i link solo da domini di terzo livello come ad es. something.example.com?
Risposta: Per la maggior parte dei casi sì. Quando si tratta di noti servizi di terzo livello come ad esempio wordpress.com, blogspot.com, tumblr.com, e molti altri, rifiutando il link da un dominio di terzo livello appartenente ad essi, si negherà il collegamento solo da quel sottodominio. Se invece si tratta di un sito di terzo livello nuovo e poco importante, Google potrebbe interpretare la richiesta di rifiuto dell’intero dominio. Ma se metti un sottodominio, la maggior parte del delle volte saremo in grado di ignorare i link solo da tale sottodominio.

Considerazioni finali

Se Google si riserva il diritto di dare importanza o no a determinati link, vuol dire che infondo non ha realmente bisogno di questo strumento, o meglio questo è uno strumento utile per far sì che gli utenti segnalino a Google i siti spam, non siete d’accordo?