Cos’è il trust rank?

Spesso abbiamo sentito parlare di Trust rank, eppure Google non ha mai reso chiaro il concetto di cosa intende per trust, sembra più una parola generica che comprende anche il valore del PageRank che si basa sulla quantità e qualità dei link che un sito riceve. Se un sito è di qualità, di conseguenza è affidabie per Google, e quindi un sito affidabile linka solo siti altrettanto affidabili, quindi per far crescere il nostro trust rank è importante ottenere backlink da siti di qualità. Ovviamente il pagerank è solo uno dei tanti fattori che determinano il trust rank di un sito, quindi bisognerà tenere in considerazione tanti altri aspetti, tra cui i famosi oltre 200 algoritmi che Google utilizza ai fini del ranking. Intanto il pagerank è l’unico valore visualizzabile, considerando che ogni pagina appartenente ad un dominio ha un valore diverso. Solitamente la home page ha un valore superiore perchè tendenzialmente è la pagina che riceve più link da altri siti rispetto alle altre pagine dello stesso dominio, questo on vuol dire però che non possano esistere pagine interne con un valore superiore a quello della home page.

Il PageRank è un fattore che cerca di determinare la reputazione e la qualità di una pagina o di un intero dominio, considerando che la qualità di un sito è deteminata anche dalla corrispondenza alla ricerca effettuata dagli utenti. Quindi se da una parte è importante avere una buona reputazione (che si ottiene grazie all’apprezzamento delle pagine del nostro sito nei social network, ovvero tramite condivisioni, mi piace, tweet, +1, ecc., e grazie ai siti autorevoli che linkano il nostro sito, meglio ancora se della stessa nicchia). Dall’altro lato è importante fornire all’utente una corrispondenza esatta di ciò che cerca nel motore di ricerca di Google. Tramite i vari segnali Google cerca di capire se gli utenti reputano il nostro sito di qualità, per questo spesso si dice che un sito prima di tutto deve piacere agli utenti, ancora prima di piacere ai motori di ricerca perchè è proprio il loro comportamento nel web che determina il valore dei siti nel web. Anche se spesso si è parlato di trust rank, le idee su cosa fosse sono state sempre un po vaghe, intanto per schiarirvi meglio le idee vi consiglio di leggere qui sotto cosa influisce positivamente o negativamente sul trust rank.

Fattori che influiscono positivamente per il trust

– Design pulito e moderno

– Articoli descrittivi e dettagliati che catturano il lettore

– Presenza di contenuti freschi e aggiornati frequentemente

– Citazioni di altre fonti affidabili (spesso tramite link)

– Presenza di screenshot o immagini

– Grammatica, ortografia e struttura della frasi curate

– Condivisione sociale (tweet, +1, Mi piace, ecc.)

– Nome di dominio facile da memorizzare, corto e pronunciabile (questo per un migliore branding)

– Logo ben rappresentativo e professionale

– Interazione degli utenti tramite commenti, visite, ecc.

Fattori che influiscono negativamente per il trust

– Mancanza di foto e immagini

– Pieno di errori

– Metodo di scruttura non ottimale

– Aspetto poco professionale

– Cattiva struttura del sito e dei suoi contenuti

– Contenuti datati e poco aggiornati

– Mancanza di informazioni sull’autore

– Mancanza di riferimenti di fonti affidabili

– Utilizzo eccessivo di banner relativi a scambi link, banner pubblicitari, ecc.

– Contenuti non apprezzati nei social media

– Domini basati su parole chiave che utilizzano un trattino

– Contenuto poco chiaro e comprensibile

– Logo di bassa qualità

– 0 commenti o nessun segnale di interazione degli utenti